Bitcoin in rimonta sul biglietto verde ma quotazioni ingabbiate tra 10.000-11.000

La coppia Bitcoin-Dollaro continua a mantenersi a distanza di sicurezza dall’importante supporto di brevissimo rappresentato da area 10.000. Il rapporto di cambio tra la criptovaluta per eccellenza e la divisa statunitense sta cercando di attaccare la forte resistenza che passa in area 11.000-11.200, il cui break-out potrebbe favorire il quadro tecnico della coppia, che dopo sei settimane di debolezza volgerebbe nuovamente in positivo.

Mentre scriviamo il cross BTC-USD scambia in area 10.900, in progresso di poco più di 1 punto percentuale.

Dai dati elaborati da CryptoQuant emerge che dietro gli acquisti delle ultime sedute ci potrebbero essere sia piccoli trader che grandi investitori, le cosiddette (Whale). Il report di CryptoQuant ha messo in luce che le riserve di BTC presso tutti gli exchange sono scese a 2,5 milioni di unità, ovvero a 25 miliardi di dollari. Il più delle volte quando gli afflussi verso le piattaforme exchange diminuiscono significa che gli investitori sono meno propensi a vendere.

Nuovo record di portafogli con saldo in BTC positivo, che dalla fine di Agosto ha superato i 31 milioni di indirizzi, mantenendosi su quei livelli anche attualmente.

Secondo gli analisti più quotati del panorama crypto, dopo i recenti cali ed il successivo recupero, questo è il miglior momento per comprare BTC. Qualcuno di essi si azzarda a pronosticare che entro la fine del 2020, cross Bitcoin-Dollaro si troverà in area 15.000, ed entro il 2021 si potrebbero rivedere i massimi storici in area 20.000.

Visioni da prendere ovviamente con le pinze, in quanto, prima dell’obiettivo in area 15.000, la coppia dovrebbe fare i conti con la resistenza statica in area 12.000-12.400, un livello da cui lo scorso Agosto le quotazioni vennero ricacciate verso il basso.

Oggi il trading di criptovalute è più efficace se si utilizzano i brokr CFD. La scelta della piattaforma di trading si rivela dunque fondamentale. Per fare un esempio utilizzando piattaforme come eToro (trovi qui il sito ufficiale) è possibile operare sulle principali criptovalute. Inoltre è possibile anche copiare dai migliori trader.Per saperne di più su questa piattaforma vi consigliamo di visitare il sito ufficiale qui.

Andamento Cross Bitcoin-Dollaro sul Breve-Medio Periodo

Compressione delle medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 periodi, per la coppia BTC-USD, per la quale, pertanto, ci si aspetta da un momento all’altro un forte movimento direzionale.

Le tre EMA, infatti, si collocano in uno strettissimo trading range, compreso tra quota 10.770 di EMA 10 (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico con time-frame giornaliero, in alto) e quota 10.800 di EMA 50 (la prima linea dal basso verso l’alto sul grafico). In mezzo, intorno a quota 10.780, si colloca invece EMA 25.

L’eventuale break-out delle quotazioni verso l’alto, ovvero oltre la resistenza in area 11.000-11.200 potrebbe favorire un primo allungo verso i massimi più recenti in area 12.000-12.400. Superato il forte livello di resistenza appena indicato, la coppia BTC-USD potrebbe dirigesi di slancio verso area 13.500-14.000.

Un’eventuale ricaduta verso il basso, al di sotto delle suddette medie mobili, invece, potrebbe causare un nuovo test di area 10.000, che se persa, in chiusura daily o peggio ancora settimanale, potrebbe attivare un ulteriore impulso al ribasso cont arget in area 9.000-8.800.

Modello di Trading Cambio BTC-USD – Valido da 1 a 5 Giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di allungo oltre quota 10.940 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 11.115 e 11.407; stop loss in caso di ritorno sotto quota 10.660 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 11.407 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 11.590 e successivamente a quota 11.895; stop loss in caso di close orario minore di quota 10.940

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 11.895 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 12.087 e 12.404 estesa a quota 12.728; stop loss in caso di ritorno sotto quota 11.590 in chiusura giornaliera

Comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 9.122, per approfittare di eventuali rimbalzi in prima battuta verso quota 9.370 ed in secondo luogo a quota 9.624, con possibili estensioni verso area 9.783; stop loss con discesa sotto area 8.880 in close daily.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con discesa sotto quota 10.660 in chiusura oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 10.480 e 10.312; stop loss in caso di recupero oltre quota 10.940 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 10.112, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 9.946 e in seconda battuta a quota 9.783; stop loss in caso di ritorno sopra quota 10.660 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 9.783 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 9.624 e successivamente a quota 9.370, estesa a quota 9.122; stop loss in caso di recupero sopra quota 10.112 in close daily.

Short speculativi in caso di allungo in area 12.728, per sfruttare eventuali storni prima verso area 12.404 e successivamente a quota 12.087, estesi a quota 11.895; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre quota 13.060 in chiusura daily.

 

No comments yet.

Lascia un commento

  • CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Web Analytics

Clicky